F Informazioni utili sul virus West Nile Diseade - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

Informazioni utili sul virus West Nile Diseade - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

archivio notizie - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

Informazioni utili sul virus West Nile Diseade

 
Informazioni utili sul virus West Nile Diseade
Alcuni giorni fa è stata diffusa una notizia riguardante il riscontro positivo su un animale infetto dal virus WND - West Nile Diseade (malattia causata da un virus che viene trasmesso con la puntura di zanzare e può colpire sia l’uomo che la maggior parte degli animali domestici, uccelli compresi), in un allevamento sito nel territorio di Candiolo, nonché di un secondo riscontro positivo al patogeno su di un umano residente in un comune dell'area metropolitana.Considerato che già nel 2018 il Piemonte era stato protagonista di numerosi casi di West Nile tanto da essere inserita tra le nove regioni monitorate per il picco di febbre negli animali, si è immediatamente contattato il servizio veterinario dell'Asl TO05 chiedendo rassicurazioni in merito.L'Asl T05 ha prontamente precisato che il caso di infezione virale West Nile riscontrata nel territorio del comune di Candiolo non è direttamente trasmissibile all'uomo. L'equino è un soggetto definito "a fondo cieco" pertanto il virus non si trasmette ad altri mammiferi. L'unica fonte di contagio che potrebbe costituirsi è nelle zanzare eventualmente infette (evenienza piuttosto rara in quanto non tutte le zanzare possono iniettare il virus della malattia, ma solo quelle precedentemente infettatesi).Inoltre la ASL TO5 in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico di Torino ed i Servizi Regionali, si è attivata fin dall’inizio della primavera 2019 con tutte le precauzioni del caso:sono stati allertati tutti i medici di base ed i presidi ospedalieri, che sono quindi ben informati sulla presenza della malattia, sui sintomi e su come diagnosticarla precocemente e su come eventualmente trattarla.Nella sede del focolaio sono stati attuati tutti gli interventi del caso previsti dal Piano Nazionale di Controllo emanato dal Ministero della Salute e la situazione sarà monitorata fino alla chiusura del focolaio.Unica raccomandazione dell'Asl è quella di ricordare alla popolazione l'adozione delle misure preventive previste per la normale protezione dalle zanzare: uso di repellenti, abiti possibilmente a manica e gamba lunga - soprattutto nelle ore crepuscolari e serali, ed evitare ogni stagnazione di acqua (sottovasi, tombini ecc. ecc.)  Maggiori informazioni si possono ottenere contattando il Servizio Veterinario al numero 011/9429.4601-4667 oppure il SISP al n. 011/9719443.  Ad integrazione delle informazioni si allega il comunicato scaricabile dal sito dell'ASL T05 a questo Link
Pubblicato il 
Aggiornato il