COMUNICATO N.14 AGGIORNAMENTO SU CORONA VIRUS - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

archivio notizie - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

COMUNICATO N.14 AGGIORNAMENTO SU CORONA VIRUS

 
COMUNICATO N.14 AGGIORNAMENTO SU CORONA VIRUS

 COMUNICATO N.14 AGGIORNAMENTO SU CORONA VIRUS

Di seguito l'aggiornamento della giornata  DI Mercoledì 4 marzo sulla situazione emergenza Covid-19 in Piemonte

Mercoledì 4 marzo

Ore 22.15. Restare uniti. Il presidente della Regione fa presente che fare tutto il possibile per contenere il contagio dipende dalla vita quotidiana di ciascuno di noi e inviata a restare uniti come Piemonte e Italia in questo difficile momento.

Ore 22.15. Sostegno alle famiglie. Il presidente della Regione annuncia che, siccome tenere le scuole chiuse fino al 15 marzo vuole dire creare disagio e costi economici, ci sarà una misura specifica del Governo in un decreto che sarà emanato entro la settimana e che la Regione Piemonte potenzierà questi stanziamenti per fa sì che nessuna famiglia sia lasciata sola.

Ore 22.15. Cassa in deroga per le piccole aziende. Il presidente della Regione dichiara che l'accordo raggiunto oggi a Roma con il Governo prevede la cassa straordinaria in deroga per le aziende fino a 6 dipendenti che vivono una fase di difficoltà. Il Piemonte consentirà di usare anche il suo fondo di garanzia per l‘accesso al credito. Sono prime misure, ma ne dovranno arrivare altre utilizzando il “modello Morandi” per superare burocrazia e tempi lunghi.

Ore 21.30. Non abbassare la guardia. Il presidente della Regione Piemonte ribadisce che non abbassare la guardia è la strada giusta. Poiche si sta vivendo uno dei momenti più difficili nella storia del nostro Paese, è fondamentale, adesso più che mai, sostenerci reciprocamente e restare uniti.

Ore 21. Il decreto del Governo. I principali contenuti del nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri: scuole e Università chiuse in tutta Italia fino al 15 marzo con ricorso dove possibile alla didattica a distanza, sospensione di manifestazioni ed eventi di qualsiasi natura e in qualsiasi luogo, partite e competizioni sportive a porte chiuse fino al 3 aprile:

L’obiettivo è adottare tutte le misure di contenimento diretto del virus o di ritardo della sua diffusione perché il sistema sanitario rischia di andare in sovraccarico" in particolare "per la terapia intensiva e sub-intensiva.

Il Dpcm contiene un’altra serie di indicazioni; raccomanda alle persone anziane di limitare le uscite da casa, ribadisce la necessità di evitare strette di mano, abbracci e baci, vieta la visita ai parenti dei ricoverati negli hospice e nelle residenze sanitarie assistite, così come l'attesa nei pronti soccorso per le persone che non devono essere visitate. L’attività in palestre, piscine e altri centri sportivi, invece, è consentita esclusivamente nel rispetto di precise raccomandazioni: mantenendo la distanza di un metro e usare tutte le precauzioni igienico-sanitarie.

Ore 19. Accertamenti sul decesso a Tortona. Sono in corso gli accertamenti per definire le cause del decesso di un uomo di 80 anni avvenuto questa mattina nell’ospedale di Tortona, anche tenendo conto che non era ricoverato in Rianimazione.

Una notizia che il presidente della Regione, in attesa che dall’Unità di crisi venga comunicato l’esito degli accertamenti per verificare se il coronavirus sia stata la causa primaria del decesso, ha accolto con profonda tristezza. E in questo momento di grande dolore per il Piemonte desidera trasmettere alla famiglia e un pensiero sincero d’affetto e vicinanza.

Ore 18.30. La situazione dei contagi. Sono diventati 84 i casi positivi in Piemonte. L’ultimo aggiornamento fornito dall’assessore regionale alla Sanità parla di 17 casi ad Alessandria, 41 ad Asti, 3 a Novara, 11 a Torino, 4 a Vercelli e 5 nel Verbano-Cusio-Ossola, oltre a tre provenienti da fuori Piemonte. In ospedale sono ricoverate 40 persone e 43 persone sono in isolamento fiduciario.

Ore 18.30. A Biella chiusi pronto soccorso e due reparti. L’assessore regionale alla Sanità ha annunciato la chiusura nell’ospedale di Biella del Pronto ssoccorso, della Rianimazione e della Medicina d'urgenza in quanto un paziente che era già ricoverato da qualche giorno senza manifestare i sintomi del Coronavirus è risultato positivo al tampone ed è stato trasferito nel reparto di Rianimazione di Vercelli.

Nella notte sono stati chiusi, a causa di contagi avvenuti all’interno, anche Novi Ligure, che dovrebbe riaprire entro 48 ore, e Tortona, che sarà interamente dedicato all'emergenza nella forma di primo “Covid-19 Hospital” del Piemonte, come stabilito ieri, con i ricoverati gradualmente trasferiti in altri ospedali.

A Novi Ligure e Biella l’attività tornerà alla normalità non appena saranno completate le operazioni di sanificazione delle strutture.

Ore 11.30. Aggiornamento sulle positività. Sono saliti a 78 i casi risultati positivi al Coronavirus: 41 in provincia di Asti, 15 nell’Alessandrino, 11 in provincia di Torino, 5 nel Verbano-Cusio-Ossola, 3 in provincia di Novara e 3 nel Vercellese, ai quali vanno aggiunti 3 casi di pazienti provenienti da altre regioni e trattati in Piemonte.

Le persone tuttora ricoverate in ospedale sono 38: di queste, 19 sono ospitate in reparti di malattie infettive (6 ad Asti, 4 a Novara, 5 all’Amedeo di Savoia di Torino, 2 ad Alessandria, 2 a Vercelli) e 13 in Terapia intensiva.

Dall’Istituto Superiore di Sanità è stato al momento confermato un solo caso, sugli 81 complessivi. Per gli altri si attende ancora il responso dello stesso Istituto.

Ore 11.30. Riaperto il Pronto soccorso di Orbassano. È stato riaperto in mattinata il Pronto soccorso dell’ospedale San Luigi di Orbassano, dopo essere stato opportunamente sanificato nelle zone a rischio in seguito al passaggio di una persona individuata come caso sospetto e risultata poi positiva al test.

Non ha interrotto l’attività, invece, il Pronto soccorso delle Molinette di Torino, dove è stato gestito secondo i protocolli un caso sospetto risultato poi positivo al test. In via precauzionale, alcuni operatori sanitari stati messi in isolamento fiduciario domiciliare.

Tutti gli aggiornamenti li potete trovare al seguente link di Regione Piemonte
https://www.regione.piemonte.it/web/pinforma/notizie/coronavirus-gli-aggiornamenti-dalla-regione-piemonte

Di seguito potete trovare il testo del DPCM 04032020 emesso ufficialmente in serata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Data la serietà della situazione e l'importanza di seguire tutti le indicazioni decise a livello ministeriale abbiamo deciso per la comunicazione di pubblicare integralmente i decreti, le comunicazioni e le direttive di volta in volta ricevute ufficialmente da Ministero, Prefettura e Protezione Civile Regionale, in modo tale da non incorrere nel rischio di interpretazioni errate, fraintese o personalizzate.
Chiediamo a tutti i cittadini di attenersi scrupolosamente a quanto indicato nel testo del DPCM.
Grazie

Buona serata
Il sindaco


Pubblicato il 
Aggiornato il