COMUNICATO DEL SINDACO - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

archivio notizie - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

COMUNICATO DEL SINDACO

 
COMUNICATO DEL SINDACO
Buonasera a tutti,in questi ultimi giorni stiamo assistendo ad un peggioramento della situazione di emergenza dovuta al Covid-19 in diverse regioni del territorio nazionale compreso il Piemonte.Ho partecipato ad alcune riunioni di sindaci, poi a gruppi whatsapp e a continui aggiornamenti tramite i diversi mezzi che oggi la tecnologia ci mette a disposizione e che ci permettono di restare in contatto anche se non fisicamente.Mezzi utilissimi in casi come questi ma nello stesso tempo, se usati male, pericolosi strumenti per falsare la realtà, cadere nel pettegolezzo e nella curiosità morbosa, creare panico e agitazione nelle persone, screditare gli altri.Mi riferisco purtroppo ad alcuni episodi che si stanno verificando sul nostro territorio dove alcune persone utilizzano whatsapp per soddisfare la propria morbosa e irresponsabile curiosità.L’ho già ricordato più volte, in situazioni particolari come quella attuale esiste un protocollo e delle procedure a cui ciascun sindaco si deve attenere, e questo è ciò che personalmente e come amministrazione stiamo facendo.Un po’ come spesso avviene il lunedì mattina in cui molti diventano allenatori commentando le partite di calcio del fine settimana, anche in questa particolare situazione molti diventano medici ed esperti sia di sanità che di amministrazione, con giudizi, interpretazioni e commenti tra i più disparati.Personalmente credo che non sia questo il momento dei giudizi e dei commenti, sicuramente legittimi ma altrettanto sicuramente fuori luogo in questa fase critica in cui occorre essere uniti e correre insieme verso un unico obiettivo.Ogni sera stiamo pubblicando l’aggiornamento della situazione in Piemonte e stiamo facendo del nostro meglio per informare tutti i candiolesi.Come già ricordato più volte chiedo a tutti quanti la collaborazione nel diffondere gli aggiornamenti e le informative importanti anche agli anziani e a coloro che non sono soliti all’utilizzo dei social.Anche alle associazioni di qualsiasi natura (sportiva, culturale o ricreativa), agli esercizi commerciali, chiedo di seguire attentamente le disposizioni riportate nei vari aggiornamenti dei decreti ministeriali che ricordo essere attuativi e quindi non richiedono un’ulteriore ordinanza da parte del sindaco ma solamente la pubblicazione e divulgazione.Mi raccomando leggete quanto viene di volta in volta pubblicato e aggiornato (non voglio più sentirmi dire “non lo sapevo” perché non è vero, diamo prova di maturità e buon senso).E per finire desidero, anziché tante parole, pubblicare un messaggio che ha scritto il nostro vicesindaco Lamberto Chiara e che rispecchia pienamente quello che è l’atteggiamento di tutta l’amministrazione(che ringrazio nelle figure degli assessori e consiglieri) e dei dipendenti comunali che ho l’onore di “guidare” in questo particolare difficile momento.“Io voglio stare dalla parte di chi si tiene in disparte e osserva, ascolta e cerca di valutare cosa sia meglio fare per affrontare qualsiasi situazione. Voglio stare dalla parte di chi continua a dire che non è fare allarmismo che aiuterà a risolvere un problema. Voglio stare dalla parte di chi ci chiede collaborazione non alzando polveroni, rispettando lo sforzo che tutti medici, infermieri, volontari stanno facendo per lasciare il giusto spazio a chi ha bisogno di essere curato. Voglio essere dalla parte di chi non cerca spasmodicamente una notizia da diffondere ma piuttosto, se necessario, chiede se può dare una mano. Se vogliamo possiamo renderci utili. Se vogliamo possiamo mantenere la calma e la serenità che in alcuni casi sono già metà della soluzione. Io voglio stare dalla parte del rispetto e non del sospetto. Sono certa che siamo in tanti da questa parte”Grazie a tutti e l’augurio che faccio a ciascuno di noi è di poter al più presto tornare alla quotidianità e normalità magari anche più forti, sicuramente cambiati ma credo anche migliorati.In allegato un'immagine simbolo della lotta al Covid-19 ("infermiera stremata riposa dopo il turno di notte") che tantissimi medici e infermieri stanno portando avanti in silenzio, senza tante parole, lavorando senza sosta e mettendo a rischio la propria salute.A tutta la categoria medica vanno i miei più sinceri ringraziamenti.Buona settimanaIl sindaco

Pubblicato il 
Aggiornato il