AGGIORNAMENTO PIANO VACCINALE IN PIEMONTE - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

archivio notizie - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

AGGIORNAMENTO PIANO VACCINALE IN PIEMONTE

 
AGGIORNAMENTO PIANO VACCINALE  IN  PIEMONTE

 SITUAZIONE COVID E PIANO REGIONALE VACCINAZIONI

Pubblichiamo in allegato l’aggiornamento del piano vaccinale del Piemonte, con le fasi e il cronoprogramma dettagliato.

Il raggiungimento di un elevato numero di vaccinazioni è l’obiettivo che potrà permettere gradualmente e col tempo un lento ritorno ad una parziale normalità.
Ma per fare questo occorre tempo e pazienza ma soprattutto prudenza e rispetto delle regole.
Da dopo le vacanze natalizie e con la ripresa delle varie attività nel nuovo anno il nostro comune ha visto un rapido incremento dei casi positivi, cosa non accaduta nelle ondate precedenti quando la crescita risultava più graduale ed anche contenuta.
Attualmente i casi positivi sono 34 di cui 2 ricoverati presso strutture ospedaliere.
Molti sicuramente possono essere i fattori e le cause che provocano un contagio e a volte nonostante si siano prestate tutte le attenzioni del caso.
Per questo la raccomandazione che faccio a ciascuno di noi è quella di non abbassare la guardia, di non pensare che sia già tutto finito e di continuare a mantenere un atteggiamento prudente e soprattutto rispettoso di chi ci sta accanto.
Grazie

Il sindaco

 

Ultra80enni
Nella mattinata odierna sono iniziate le vaccinazioni degli ultra ottantenni.
Ogni medico di medicina generale determinerà le priorità di vaccinazione degli ultra80enni che ha in carico sulla base delle patologie di ognuno e le caricherà su un’apposita piattaforma.
L’Asl di appartenenza invierà ad ogni anziano una lettera e un sms per indicare luogo della vaccinazione, che non sarà lo studio del medico, che non può conservare i vaccini Pzifer e Moderna che saranno utilizzati, ma 60 tra poliambulatori distrettuali, case della salute e altre sedi.
Qui saranno presenti i medici di medicina generale per la somministrazione del vaccino.
La logistica sarà curata dall’Asl, anche utilizzando i volontari della Protezione civile e delle Croci.
Saranno i medici di famiglia ad inoculare le dosi.
Le persone che non possono spostarsi verranno prese in carico dall’Asl, che invieranno a domicilio medico e infermieri.
Ogni medico dovrà occuparsi in media di 125 over80.
L’obiettivo è vaccinare 10.000 persone al giorno.

Rivisto inoltre nella giornata odierna l’intero piano vaccinazioni regionale
Vaccinare entro la fine di febbraio oltre 80.000 persone è l’obiettivo della rimodulazione che la Regione Piemonte ha concordato con i direttori generali delle aziende sanitarie, alla luce dei nuovi approvvigionamenti e dell’avvio della campagna per over80 e personale scolastico, che farà crescere sensibilmente la media giornaliera delle vaccinazioni.
“Tutte le aziende potenzieranno ulteriormente le forze - rende noto l’assessore alla Sanità Luigi Icardi - sia con personale proprio che con prestazioni aggiuntive e anche convenzionamenti con soggetti esterni. A dare supporto ci saranno anche le aziende ospedaliere, che ormai hanno quasi terminato di immunizzare il personale del sistema sanitario e che andranno in aiuto delle Asl impegnate da questi giorni nelle vaccinazioni di forze dell’ordine, personale scolastico e over80. Tutti insieme dobbiamo fare squadra per raggiungere l’obiettivo di vaccinare, nel più breve tempo possibile, il maggior numero di persone”.
La struttura del commissario Arcuri ha comunicato che nel mese di marzo dovrebbero essere consegnate al Piemonte circa 460,000 dosi di vaccino, un quantitativo minore di quello che ci si aspettava.
Intanto sta lavorando a pieno ritmo il sistema delle prenotazioni, che conta sul lavoro dietro le quinte di tantissime persone, dai medici di famiglia, che nell’arco di pochissimi giorni hanno caricato sul sistema più di 200.000 over80, al Csi, che insieme alla Regione sta gestendo senza sosta le adesioni del personale docente e non docente accanto alla complessa macchina degli appuntamenti.
Un test importante per affrontare al più presto la vaccinazione di massa di tutta la popolazione.

 

 

Per la nostra ASL TO5 stabilite 4 sedi per le somministrazioni:
Moncalieri in Strada Vignotto
Carmagnola in Piazza Antichi Bastioni
Chieri nella Sala della Conceria
Nichelino presso il Centro Sociale Grosa in via Galimberti 3
Prevista anche l'attivazione di ulteriori 6 punti periferici, individuati in base alla densità della popolazione e nello specifico:
Trofarello
Carignano
Vinovo
La Loggia
Santena
Candiolo (presso l'ospedale IRCC)

 

Tutte le informazioni e aggiornamenti ai seguenti link

https://www.aslto5.piemonte.it/emergenza-covid-19.html

https://www.regione.piemonte.it/web/pinforma/notizie/coronavirus-gli-aggiornamenti-contagi-vaccini

#piano-vaccinale

https://www.ilpiemontetivaccina.it/preadesione/#/


Pubblicato il 
Aggiornato il