Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 59 del 12 giugno 2021 - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

Notizie - ** COMUNE DI CANDIOLO (TO) **

Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 59 del 12 giugno 2021

 
Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 59 del 12 giugno 2021

 

nel territorio regionale si adottano le seguenti misure dal 14 giugno 2021

1) in relazione a quanto indicato nell’ordinanza del Ministro delle Salute del 11 giugno 2021, sono anticipate al 14 giugno 2021 le date di riapertura, rispetto a quelle indicate dai decretilegge 22 aprile 2021, n. 52, e 18 maggio 2021, n. 65, per le seguenti attività:

a) parchi tematici e di divertimento, anche temporanei (attività di spettacolo viaggiante,parchi avventura e centri d’intrattenimento per famiglie);

b) piscine e centri natatori in impianti coperti;

c) centri benessere e termali;

d) feste private anche conseguenti alle cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso;

e) fiere (comprese sagre e fiere locali), grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni;

f) eventi sportivi aperti al pubblico, diversi da quelli di cui all’articolo 5 del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, che si svolgono al chiuso;

g) sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò;

h) centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;

i) corsi di formazione,

 

ferma restando l’applicazione delle misure di prevenzione sanitaria di cui alla normativa nazionale – ivi comprese, per quanto attiene allo sport, le “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” e le “Linee guida per l’organizzazione di eventi e  competizioni sportive” approvate dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri – di cui alle “Linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali” adottate con l’ordinanza del Ministro della Salute del 29 maggio 2021. In relazione alle sale da ballo e alle discoteche, si applicano le previsioni di cui all’articolo 5 del decreto-legge22 aprile 2021, n.52, fermo restando che le attività di ristorazione e bar sono equiparate a quelle già autorizzate dalla normativa vigente;

2) il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 51 del 24 aprile 2021, “Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in materia di igiene e sanità pubblica”cessa i suoi effetti alla data del 13 giugno 2021;

3) si conferma che l’efficacia del Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 26 del 23 febbraio 2021, “Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza

epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in materia di igiene e sanità pubblica. Segnalazioni dovute da chi fa rientro dall’estero sul territorio della Regione Piemonte” è prorogata sino al 31 luglio 2021;

4) le attività inerenti ai servizi alla persona sono consentite ai sensi dell’articolo 29 del D.P.C.M. del 2 marzo 2021 e devono attenersi, come le altre attività economiche e sociali, al rispetto delle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali” approvate con ordinanza del 29 maggio 2021 dal Ministro della salute;e pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n.136 del 9 giugno 2021;

5) l’accesso agli Uffici Giudiziari fino a cessazione dell’emergenza è consentito, previa rilevazione della temperatura corporea, con l’obbligo per chiunque di indossare protezioni delle vie respiratorie dal momento dell’ingresso e fino all’uscita e nel rigoroso rispetto delle misure di prevenzione vigenti;

6) in relazione alla valutazione della diffusione dell’infezione e delle stime del suo trend di crescita, i Dipartimenti di Prevenzione della Regione Piemonte possono segnalare l’opportunità di adottare provvedimenti di carattere restrittivo alle singole Amministrazioni comunali;

7) l’attività della Unità di crisi di cui al Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 93 del 8 settembre 2020 è confermata fino al 31 luglio 2021 ed è organizzata in modalità H12, con possibile reperibilità H24;

8) il mancato rispetto delle misure previste dal presente Decreto, ai sensi di quanto disposto dall’articolo 2 del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, è sanzionato secondo quanto

previsto dall’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con legge 22 maggio 2020, n. 35.

Il presente decreto ha efficacia dal 14 giugno 2021 sino al 31 luglio 2021.

INFORMA

il Ministro della salute ai sensi del decreto-legge n. 33 del 16 maggio 2020.

Il presente decreto è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte ai sensi  dell’articolo 61 dello Statuto e dell’art. 5 della L.R. 22/2010.

Pubblicato il 
Aggiornato il